| by Gianni Gasparetto | No comments

10 consigli sul trading durante le news macroeconomiche

I comunicati stampa e gli eventi macroeconomici sono qualcosa a cui ogni operatore economico deve adeguarsi. Personalmente preferirei se non ci fossero novità o improvvise sorprese, ma ciò non accadrà mai, quindi noi trader dobbiamo adattarci. Noi, che prendiamo sul serio il trading e lo trattiamo come un business, dobbiamo proteggerci e adattare le nostre strategie di trading alle notizie macro quotidiane. In questo articolo, ti mostrerò come gestisco personalmente il trading con le news macroeconomiche.

Nei miei primi anni di trading, ero davvero attratto dal trading sulle news macroeconomiche. Ho pensato che i comunicati stampa fossero una grande opportunità per guadagnare molti soldi rapidamente. All’inizio, mi sono avvicinato alle notizie macro dal punto di vista fondamentale. Ho cercato di prevedere i numeri e le reazioni del mercato. A volte avevo ragione, a volte sbagliavo, ma a lungo andare, con tutto lo sforzo che ci avevo messo, avevo scoperto che non ero davvero in grado di trovare un vantaggio chiaro da poter utilizzare. In altre parole, non sono stato in grado di trovare una strategia di trading redditizia che si basasse esclusivamente sulla previsione dei dati sotto il profilo fondamentale.

Di conseguenza, sono andato avanti e ho cercato di trovare una strategia basata sull’analisi tecnica. Dopo aver speso un po’ di tempo e sforzi considerevoli, ho fallito di nuovo. Non importa quanto ci abbia provato, non sono stato in grado di elaborare una strategia di lavoro basata sul trading sulle news macroeconomiche che avrebbe dato ritorni redditizi sul lungo termine.

La lezione preziosa che ho imparato nel modo più duro è questa: è molto difficile, forse quasi impossibile, sviluppare una strategia di lavoro che scambia le news macroeconomiche (almeno io non ci sono riuscito). Puoi avere ragione poche volte di fila o avere un buon mese, ma a lungo andare potresti anche lanciare una moneta e alla fine otterrai un 50/50.

La fine della storia è che ho trovato il mio vantaggio altrove, con il volume usando il Volume Profile. Tuttavia, avevo bisogno di adattare la mia strategia alle notizie macro poiché fa parte del business del trading, che tu voglia negoziarle o meno.

Una cosa abbastanza divertente è che ora, invece di provare a fare soldi con le news macroeconomiche, faccio di tutto per evitarle. Ora chiudo le mie posizioni prima delle news, non mantengo le mie posizioni intraday durante dati significativi e dopo che le notizie sono state rilasciate, lascio che la volatilità scemi prima di fare nuovamente trading (forse sto diventando vecchio).

Consentitemi ora di darvi una descrizione completa del mio modo di gestire le notizie macro in 10 consigli pratici. Puoi usarli tutti o semplicemente lasciarti ispirare e trovare il tuo modo di gestire le news. 

Suggerimento n. 1: non tentare di prevedere le notizie o le reazioni del mercato

A mio avviso, è quasi impossibile prevedere le news macroeconomiche. Ciò che è ancora più difficile è prevedere la reazione del mercato alle notizie. La cosa divertente dei mercati è che trovano sempre un modo per sorprenderti. 

A volte le notizie, nonostante siano davvero buone, non sono così buone come gli analisti si aspettavano e quindi i mercati le trattano come dei dati negativi. 

Altre volte ci sono news meno buone, ma i mercati reagiscono nel modo opposto perché gli analisti le reputano come una base per fare meglio. Ci sono molti fattori da considerare, e probabilmente non saremo mai in grado di vedere quale fattore superi gli altri, almeno non prima che le notizie siano passate e abbiamo già visto il movimento dei prezzi. Certo, possiamo dire i motivi per cui il prezzo si è spostato dopo il comunicato stampa (come la maggior parte degli analisti fa) – ma ovviamente, questo è troppo tardi e non porta a risultati.

Il mio consiglio è: non cercare di prevedere l’esito e la reazione alle news macroeconomiche. Sopporta il fatto che ci sono cose che non puoi prevedere e sulle quali non hai il controllo. È più facile evitare questo gioco d’ipotesi e concentrarsi invece su cose in cui hai davvero un vantaggio.

Suggerimento n. 2: tenere traccia degli orari di rilascio delle news macroeconomiche

Questo è semplicemente un must. Devi tenere traccia dei comunicati stampa macro ogni giorno. Per rimanere costantemente profittevole, non puoi permetterti l’errore di fare trading senza essere a conoscenza di tutte le notizie macro significative che stanno per arrivare. Un aspetto positivo della maggior parte delle notizie è che le date di rilascio sono anticipate e anche i tempi di rilascio sono generalmente gli stessi. Quello che faccio personalmente è controllare la pagina web dei dati Macro di Investing.com ogni mattina, appena mi siedo alla scrivania e vedere quali notizie e a che ora ci saranno per quella giornata. 

Schermata delle news macroeconomiche di Investing.com
Schermata delle news macroeconomiche di Investing.com

Se hai paura di dimentichere alcune notizie macro significative, puoi anche impostare un allarme che si attiva qualche minuto prima del rilascio.

Suggerimento n. 3: come gestire le notizie inaspettate

Le notizie inattese sono una parte spiacevole del trading. Tali notizie fanno parte del gioco e non c’è modo di evitarlo. Più di una volta le notizie inaspettate mi hanno fatto perdere un trade. Tali notizie possono essere praticamente qualsiasi cosa, ma ce ne sono alcune che accadono ripetutamente. I più comuni sono discorsi non programmati di banchieri centrali, governatori di banche o presidenti delle principali economie mondiali (attualmente le notizie inattese più indesiderate sono probabilmente causate da D. Trump sul suo Twitter). Può anche essere qualcosa come un attacco di guerra come la Corea del Nord che spara missili sopra il Giappone o un qualche tipo di disastro naturale come un uragano, un terremoto o uno tsunami.

Suggerimento n. 4: l’importanza e il possibile impatto di diversi tipi di notizie macroeconomiche

Un aspetto positivo del servizio fornito da Investing.com e altri siti Web simili è che classificano ogni notizia in base alla loro importanza. Investing ha tre livelli di importanza per le notizie. I meno importanti una sola icona del toro, 2 tori rappresentano le notizie di impatto medio. Infine, ci sono 3 tori che sono le news con un impatto significativo sui prezzi.

Personalmente scarto quelle con 1 o 2 tori, perché queste notizie non hanno un forte impatto sui mercati (tranne i discorsi dei governatori statunitensi – a volte sono significativi e io li tratto come “notizie a 3 tori”). Di solito non causano picchi significativi nella volatilità o qualsiasi altra cosa di cui dovrei preoccuparmi. 

Quello che mi interessa è la “news con 3 tori”. Quelli sono i più significativi e raccomando di evitare di farci trading. Tuttavia, il problema con queste news è che alcune sono più “significative” di altre. Non fraintendetemi, i tori sono in ugual numero, ma l’importanza e il possibile impatto possono variare in modo significativo. Essere in grado di distinguere tra le varie news potrebbe non sembrare così importante, ma in realtà, questa conoscenza può aiutarti molto. Perché?

Lascia che ti faccia un esempio: c’è una news a 3 tori chiamata “Crude Oil Inventories”. Poi ce n’è un’altra chiamata “Rate Decision”. Entrambe sono contrassegnate come notizie importanti. La prima però non ha quasi mai avuto un impatto reale sull’ dollaro, mentre l’altra è di solita provocare l’inizio di una corsa folle che può durare ore o giorni! 

Nel mio trading, so che se il prezzo non si sposta realmente durante gli “Crude Oil Inventories” va tutto bene e posso ricominciare a fare trading praticamente 1-2 minuti dopo l’evento. Quando invece c’è “Rate Decision”, so che non farò trading almeno per qualche ora dopo il comunicato stampa e se la notizia provoca lo sviluppo di una tendenza, sicuramente non cercherò alcun livello di supporto o resistenza che vada contro questa tendenza. Spero che ciò illustri che esiste una chiara differenza tra le news macroeconomiche segnate con 3 tori.

Per darti qualcosa a cui aggrapparti, lasciami distinguere le news a 3 tori in tre categorie.

1. Notizie deboli

Se hai voglia di essere aggressivo, puoi continuare il tuo trading intraday anche durante queste

 notizie. Sono news che probabilmente non causeranno alcun picco di volatilità o improvvisi cambiamenti di prezzo. Se hai lasciato il tuo trade prima di questa news, puoi rientrare nel trade abbastanza presto (diciamo 1-5 minuti) dopo il rilascio. Se il tuo livello di supporto / resistenza viene colpito durante le notizie, puoi comunque posizionarti su esso (se ti senti un aggressivo) o puoi aspettare un po’ e poi scambiare pochi minuti dopo le notizie.

Esempi di “Weak Red News”:

  • CB Consumer Confidence – Fiducia dei consumatori
  • Crude Oil Inventories – Inventari del petrolio greggio
  • Unemployment Claims – richiesta sussidi di disoccupazione
  • Core Retail Sales  – Vendite al dettaglio di base
  • Building Permits – Permessi di costruzione

2. Notizie standard

Non tengo mai i miei scambi intraday durante tali notizie. Le notizie a 3 tori standard hanno un notevole impatto sulla volatilità, gli spread sono generalmente ampliati e vi è un elevato rischio di slippage. Non importa quanto sia forte il tuo livello di supporto / resistenza, questo tipo di news macroeconomiche può far iniziare una tendenza che può perforare agilmente il tuo Supporto / Resistenza e non mostrare alcun accenno di fermata.

Se il risultato di un evento simile è sorprendente per i mercati, allora può essere l’inizio di un nuovo trend. Di solito sembra un movimento aggressivo, unilaterale, che continua a muoversi in un’unica direzione senza tentennamenti. In tal caso, è meglio cancellare tutti i tuoi ordini che andrebbero contro una tale tendenza e piuttosto riprogrammare delle operazioni nella direzione della tendenza appena formatasi.

Esempi di “Notizie rosse standard”

  • CPI
  • GDP (PIL)
  • NFP – Non-Farm Employment Change – cambiamento dell’occupazione non agricola
  • Unemployment Rate – Tasso di disoccupazione
  • Il Presidente di un’economia leader mondiale che parla di un argomento che riguarda direttamente l’economia e la valuta

3. Notizie Strong!

Questo tipo di news è in grado di cambiare o far partire trend per giorni / settimane / mesiNON OPERARE DURANTE E DOPO TALI NOTIZIE!

Se c’è un movimento aggressivo unilaterale, non tentare di catturare il massimo o il minimo e piuttosto lasciate che il prezzo oltrepassi  la vostra zona di supporto / resistenza e valutate invece l’ipotesi di entrare nella direzione del trend appena iniziato. Tuttavia, dovresti davvero stare attento ed essere sicuro che il primo picco di volatilità importante sia finito prima di tentare un ingresso. La ragione è che durante tali eventi macroeconomici così forti, tutte le banche e i loro algoritmi scambiano in modo aggressivo e il risultato di quei primi momenti folli è sostanzialmente imprevedibile. Dovresti iniziare a fare trading solo quando la situazione si calma e la volatilità si placa.

Se ci sono notizie così forti, di solito è meglio evitare, interrompendo le negoziazioni poche ore prima e ricominciando a negoziare nella sessione di trading successiva o addirittura il giorno dopo. Ad esempio, se c’è una riunione del FOMC nella sessione americana, riprendi a fare trading nella sessione asiatica. Se vuoi essere più conservatore, inizia il giorno dopo dalla sessione europea.

Esempi di “Strong News”

  • Rate Decision, Minimum Bid Rate – Decisione del tasso, tasso minimo di offerta (e successiva conferenza stampa)
  • FOMC Meeting, Monetary Policy Statement – Riunione del FOMC, Dichiarazione sulla politica monetaria (e successiva conferenza stampa)
  • NFP (quando il mercato ritiene che il numero NFP possa influenzare direttamente la decisione sui tassi)

Strumento di impatto sulle notizie economiche

C’è uno strumento utile che si chiama ” Strumento di impatto sulle notizie economiche “. Con questo widget puoi facilmente verificare la volatilità storica causata da qualsiasi notizia macroeconomica standard. Il vantaggio principale dell’utilizzo di questo indicatore è sapere cosa aspettarsi ed essere in grado di elaborare un piano approssimativo prima dell’inizio dell’evento macro effettivo.

Schermata principale del sito forex peace army
Schermata principale
Link alla news macroeconomica
Cliccare sulla news che si vuole controllare
Volatilità storica per lo strumento selezionato
Volatilità storica

È possibile utilizzare questo strumento ad esempio quando si è in uno scambio e si stanno avvicinando alcuni eventi macro. Puoi controllare qual è la volatilità durante questo evento e quindi decidere se mantenere la posizione durante le news o se si tratta di un rischio eccessivo e quindi è meglio invece chiudere la posizione.

Sulla base dei dati di questo widget, puoi anche controllarla storicamente.

Suggerimento n. 5: quali notizie influiscono e su quali coppie del forex

Di solito sto attento alle negoziazioni su coppie FX che sono direttamente collegate ai prossimi eventi macro. Ad esempio, quando ci sono notizie importanti che riguardano l’America, allora non scambio nessuna coppia FX con l’USD. Se ci sono notizie importanti sull’Inghilterra, allora non faccio alcun trade sulle coppie FX con l’GBP. È abbastanza semplice. Ciò che è più complicato, tuttavia, sono le notizie macro che riguardano indirettamente alcune coppie FX. I più comuni sono:

  • Notizie sul petrolio: influenzano il CAD perché l’economia canadese (e la forza del CAD) dipende dai prezzi del petrolio che il Canada produce.
  • Notizie sul “pericolo dell’economia mondiale”: quando c’è qualcosa di pericoloso nel mondo, è noto che il denaro scorre in valute rifugio. Tale valuta è lo yen giapponese. In situazioni come questa, lo JPY è fortemente influenzato e si rafforza. Anche nei casi in cui il Giappone è in pericolo. Un esempio è il forte tsunami che colpì il Giappone qualche anno fa. Come reazione a questo il JPY si è rafforzato, nonostante il Giappone sia la vittima! La valuta era ancora considerata un rifugio sicuro e si rafforzò. Quindi, ogni volta che lo JPY sale e vedi notizie su qualcosa di pericoloso che sta accadendo nel mondo (ad esempio i missili della Corea del Nord, ecc …) allora sarai in grado di stabilire la connessione e saprai che è meglio evitare di scambiare lo JPY fino a quando la situazione non si normalizza.
  • Notizie sulle aste dei prodotti lattiero-caseari: queste notizie riguardano direttamente la Nuova Zelanda poiché l’economia della Nuova Zelanda dipende fortemente dall’esportazione di latte. Quando ci sono notizie macro sulle aste dei prodotti lattiero-caseari, è meglio evitare di negoziare il NZD.
  • Notizie sui metalli industriali: se ci sono notizie significative e sorprendenti sui metalli industriali (ad esempio acciaio, rame), allora puoi aspettarti di vedere alcune mosse del CAD e dell’AUD perché le economie canadesi e australiane dipendono dall’esportazione di quei metalli. Se c’è un movimento aggressivo e unilaterale sull’AUD o sul CAD guidato dalle notizie relative ai metalli e ai materiali industriali, allora di solito è meglio evitare di scambiare quelle coppie di valute, o almeno stare più attento.
  • Notizie relative all’economia dei partner commerciali: un buon esempio potrebbe essere la notizia forte che riguarda l’economia cinese. Quando ci sono notizie del genere, puoi aspettarti che l’AUD reagisca. Il motivo è che la Cina è il principale partner commerciale dell’Australia. L’Australia esporta in Cina e, ad esempio, se l’economia cinese rallenta, significa meno esportazioni di metalli industriali dall’Australia. Questa è una brutta notizia per l’economia australiana e l’AUD reagisce fortemente a tali notizie. Quindi ogni volta che vedi notizie forti e sorprendenti sull’economia cinese, ricorda di stare attento alle tue operazioni in AUD.

Ci sono altre correlazioni e collegamenti come questi, ma quelli che ho citato sono i più comuni e influenzano maggiormente il mercato forex.

Suggerimento n. 6: non fare trading durante importanti comunicati stampa

A parte il fatto che è molto difficile o quasi impossibile prevedere il movimento dei prezzi durante il comunicato stampa, anche le condizioni di mercato sono generalmente contro di voi durante eventi macroeconomici significativi. Anche se avessi una strategia basata su notizie macro che funzioni, l’operatività sarebbe fortemente compromessa da ampi spread, mancanza di liquidità del mercato e slippage. Questi sono abbastanza comuni e strettamente collegati ai comunicati stampa. È abbastanza difficile scambiare le notizie quando prendi il tuo stop loss, per esempio, di 15 pips invece di 12 o quando il tuo spread si allarga dai normali 0,5 a 5 pips. Tali condizioni letteralmente uccidono qualsiasi proficua strategia di trading intraday. Quindi, anche per questo motivo, ho deciso di stare lontano dal tradare durante le news macroeconomiche importanti.

SUGGERIMENTO BONUS: se vuoi proprio negoziare usando ordini limite (questo è circa il 50% di tutti i casi), allora semplicemente riduci la tua posizione alla dimensione minima. In questo modo non hai bisogno di revocare gli ordini. Lo scenario peggiore sarà: il mio livello di trading viene colpito e perdo pochi centesimi o un dollaro.

Suggerimento n. 7: modi per abbandonare il tuo trade prima di un importante comunicato stampa

Preferisco abbandonare i miei trades circa 2-5 minuti prima del rilascio (in caso di notizie più significative come ad esempio la decisione sui tassi, anche molto prima). Di solito guardo il grafico a 1 minuto per vedere cosa sta accadendo. Ad esempio, se vedo, sul grafico ad 1 minuto, che c’è un canale laterale, provo ad uscire all’estremità del canale, perché sarà molto improbabile che ci sia un break di quest’ultimo prima del rilascio dei dati. Chiudendo in questo modo, posso sfruttare al meglio la situazione che mi viene data. Sicuramente puoi aspettare e pregare, ma ricorda, il tempo sta per scadere, quindi è meglio prendere la prima uscita logica, ed in fretta.

Suggerimento n. 8: quando ricominciare a fare trading dopo il comunicato stampa

La regola generale da seguire è questa: ricominciare a fare trading quando la volatilità post-notizie si è calmata. Tuttavia, questo a volte può essere un po’ difficile da decifrare.

Ciò che mi aiuta è controllare prima il tipo di notizie macro. Se si tratta di notizie davvero forti come la decisione sui tassi (o in seguito alla conferenza stampa), NFP, CPI, PIL, allora mi aspetto una forte volatilità e sono più attento a tradare nuovamente dopo la pubblicazione delle notizie. Inoltre, se un evento macro così forte provoca un movimento unilaterale (= forte tendenza al rialzo o al ribasso unilaterale), allora sono molto attento e preferisco non fare alcun trade fino a quando non sono davvero sicuro che i mercati si siano calmati. Il rischio di un movimento forte e aggressivo che supera il livello è troppo grande per essere preso, ed è generalmente meglio prevenire che curare. 

Se le notizie non sono così significative (ad esempio permessi di costruzione, inventari petroliferi, vendite al dettaglio, richieste di disoccupazione), non mi aspetto che l’impatto sui mercati sia così grave. In questi casi, aspetto solo un po’ che il prezzo si calmi e quindi sono felice di scambiare di nuovo. Questo può essere ad esempio 1-10 minuti.

Suggerimento n. 9: reinserire un trade dopo che è passato un evento macro

Se ho lasciato un trade prima delle notizie e le notizie non causano un picco di volatilità abbastanza significativo da colpire SL o TP, provo a rientrare nella posizione se ho la possibilità di entrare allo stesso prezzo o migliore di prima. Rientro solo quando credo possa essere ancora un’occasione di profitto.  

Suggerimento n. 10: adegua il tuo trading alla reazione post-notizie

Se la reazione alle notizie (significative) è forte e il prezzo spara rapidamente e in modo aggressivo verso il tuo livello di trading, allora è meglio non contrastarlo e piuttosto invertire lo scambio. Soprattutto se la notizia è stata davvero forte (NFP, CPI, PIL) e il risultato della notizia è sorprendente.

Devi solo aspettare che il prezzo superi il livello di supporto / resistenza in cui desideravi entrare (supponiamo un long sul supporto). Togli l’ordine, aspetti che il prezzo sfondi quel tuo livello e quando ritorna a “testare” il supporto dal basso, metti un ordine SELLE LIMIT e segui la nuova tendenza post-macro. In questo modo usi sostanzialmente il tuo livello di trading per metterti in trend. Hai solo bisogno mentalmente la prontezza di cambiare idea ed operare dalla parte opposta a quella che avevi precedentemente ipotizzato (attenzione che non è per niente facile invertire rapidamente una decisione precedentemente studiata a tavolino).

Conclusioni

Questo è tutto. Spero non sia stato troppo stravolgente, ma ho cercato di coprire tutto e di non omettere nulla che possa essere utile. Sono sicuro che sarai in grado di implementare rapidamente questi suggerimenti nel tuo trading e che alcuni di essi diventeranno tuoi e che li utilizzerai ogni giorno.

A presto!

Lascia un commento