| by Gianni Gasparetto | No comments

10 passi per diventare un trader professionista

C’è una grande differenza tra il trading come hobby, il trading part-time ed il trading come trader professionista. 

C’è chi dice che lo fa giusto per “arrotondare lo stipendio”. Puoi anche riuscirci così, ma per mia esperienza personale, quando ti dedichi full time al trading, inneschi anche una sensibilità sui mercati che non puoi avere part time. Se vuoi tradare per vivere, allora devi avere un atteggiamento e fare certe cose che ti porteranno lì e che non avrai mai facendolo come hobby. Non è facile e non sono molti di noi che ce la fanno davvero. 

Ma ecco 10 passaggi che ti serviranno per diventare un trader professionista.

1. Adoro fare trading

Devi amare quello che fai. Qualsiasi mestiere sia. Questo è l’unico modo in cui puoi dedicarti completamente ad esso e come puoi davvero ottenere qualcosa di significativo. Hai bisogno della passione che ti porterà avanti quando eseguirai backtest, ottimizzando o costruendo la tua strategia. Questo è davvero un duro lavoro che devi amare altrimenti, semplicemente non saresti in grado di farlo, qualsiasi lavoro sia

Mio padre era commercialista e mi avrebbe lasciato uno studio di consulenza avviato. Potevo avere la pappa pronta. Ma semplicemente è un lavoro che non mi piace per niente, legato dalla burocrazia, leggi, norme, stritolato dalle scadenze dei vari F24, Dichiarazione dei redditi, IMU, INPS, CIPS e CIOPS. Non fa per me. Io adoro la libertà che da questo mestiere. Se un giorno non mi sento in forma, sono stanco o voglio semplicemente fare altro… lo faccio!

Il mercato è sempre là. Ogni giorno ti da opportunità. Non devi per forza affannarti a corrergli dietro!

Nel trading, c’è un sacco di lavoro che deve essere fatto prima ancora di iniziare a fare i soldi. Personalmente ho trascorso anni a studiare, a fare corsi in giro per l’Italia a testare ed apprendere. Ho fatto questo (e ancora sto facendolo) 10 ore OGNI GIORNO. Ho studiato anche nei weekend. 7 giorni su 7. L’ho fatto gratuitamente, anzi ho speso soldi nei libri, negli spostamenti alle fiere, ai corsi, perché amo il trading e voglio fare questo per vivere. Non ho guadagnato nulla facendo trading in questo periodo! Immagina di fare qualcosa 10 ore al giorno per alcuni anni gratis! Da pazzi vero?

Ci saranno anche periodi in cui traderai giorni e giorni senza guadagnare nulla o peggio perdendo denaro. Devi davvero amare il trading per resistere a tali periodi.

Il trading a tempo pieno è un lavoro in cui non puoi avere successo senza una vera passione.

2. Inizia prima con il trading part-time

È estremamente stressante quando la tua vita e la tua famiglia dipendono dal tuo trading. Conosco casi di trader di successo che hanno lasciato completamente il proprio lavoro e hanno iniziato solo in seconda battuta a fare del trading la loro attività principale. Sfortunatamente, una cosa abbastanza comune è che sono diventati così stressati che hanno iniziato a fare errori e hanno iniziato a perdere denaro. La loro comprovata strategia che aveva funzionato egregiamente prima di diventare trader full time non sono riuscivano più a seguirla al 100% a causa di tutto lo stress. Storie tristi, davvero.

Il trucco è procedere per gradi. La cosa migliore, secondo me, è iniziare con il trading part-time. Questo di solito significa concentrarsi su time frame più lunghi e sullo swing trading . Questo non richiede molto tempo e puoi farlo anche con un lavoro a tempo pieno. 

Puoi iniziare a pensare di abbandonare il tuo lavoro solo dopo essere costantemente redditizio e a tuo agio con lo swing trading part-time.

3. Non scambiare eccessivamente

Fare troppe operazioni non ti renderà più velocemente un trader professionista. In realtà, probabilmente ti scoraggerà perché inizierai a perdere denaro a causa di un eccesso di trading. Inizia con i trade swing, prendi solo i trade che corrispondono alla tua strategia e non forzare i trade. Ricorda, in questo caso – less is more, meno è meglio

4. Tratta il trading come un business

Se vuoi che il trading sia il tuo business, allora devi trattarlo in questo modo. Non importa quanto sia grande (o piccolo) il tuo conto di trading. Devi essere serio sul trading. Devi avere una routine e devi lavorare sodo ogni giorno. Proprio come quando si avvia qualsiasi altra attività. Svegliati la mattina, fai le tue analisi, fai trading, backtest, istruisci te stesso con una costante formazione… Questo è il tipo di routine che devi fare ogni giorno, anche se non sei profittevole ed i tuoi risultati sono piatti. Non preoccuparti, verrai ricompensato in seguito per per il tuo duro lavoro.

Hai mai visto una persona avviare un’attività in proprio senza preoccuparsi troppo, senza morale e senza vera dedizione? Tutte queste persone hanno in comune il loro fallimento. Hanno perso i loro affari e il denaro che vi hanno investito. D’altra parte, quando parli con uomini d’affari di successo, noti quanto lavoro, dedizione e tempo dedicano alle loro attività. Molti di loro sono stati quasi senza profitti tangibili all’inizio, eppure stavano lavorando molto duramente, di solito sette giorni alla settimana. Sono quei ragazzi che alla fine ce la fanno. Non i ragazzi che non prendono nulla sul serio e che lasciano ogni lavoro a metà.

Quindi, se vuoi diventare un trader professionista, devi prendere molto sul serio il trading. Avere una routine e lavorare sodo. Anche se inizi con un conto piccolo. Comportati come se fosse un grosso conto, un fondo di investimento. Solo in questo modo sarai pronto quando finanzierai completamente il tuo conto e inizierai a fare sul serio.

5. Utilizza le size d’ingresso appropriate al tuo conto

L’ho detto molte volte che puoi iniziare anche con un piccolo conto di trading, anche 1.000€. Tuttavia, se vuoi fare trading per vivere, devi iniziare a fare trading con un conto più grande di quello. Non provare a guadagnarti da vivere con un conto da $ 1.000 utilizzando leve sfrenate. Per raggiungere questo obiettivo dovresti avere rendimenti astronomici con un rischio folle per ogni operazione. Inoltre, dovresti farlo ripetutamente mese dopo mese. Non funziona così. Alla fine basterebbe un’unica operazione sbagliata per distruggere il tuo conto e ti sentiresti molto scoraggiato a proseguire.

Con quanto capitale iniziare?

Ognuno di noi è differente, per tecnica, propensione al rischio, liquidità totale (un conto se investi 10.000€ ma hai solo quelli come risparmio ed un conto è se investi 10.000€ ma hai 1.000.000€ in risparmi).

Il conto però si fa presto a farlo.
Quanto vorresti guadagnare di stipendio al mese?
Ipotizziamo, per stare bassi, 2.000€ puliti?

Allora il cosìdetto “conto della serva” io lo faccio così:

  • ipotizziamo 14 mensilità come per un lavoro da dipendente – 2.000 x 14 = 28.000€
  • Un’altra mensilità tra ferie, permessi e festività – 2.000 x 1 = 2.000€
  • Aggiungi il capital gain al 26% per avere i 2.000€ netti.
  • Per cui 30.000 / 0.74 = 40.540€/anno
  • Ma visto che le mensilità sono 12, anzi facciamo 11 tra le ferie d’agosto e quelle a Natale, Pasqua, ecc.
    40.540 / 11 = 3.685€/mese

Un po’ a spanne, ma dovresti fare 3.685 euro al mese per avere una media di 2.000€ all’anno, netti!

Ora lì sta in te capire che percentuale il tuo trading può generare.

Se sei capace di fare un 10% mensile, ti ci vuole un capitale di 36.850€. Certo che un po’ di leva la puoi utilizzare, soprattutto in intraday, ma questo è quello che ti serve.

Naturalmente più abbassi la percentuale per ottenere quel valore e più diventa semplice da raggiungerlo, ma devi avere un capitale maggiore (Se la mia strategia è da 1% al mese devo avere 365.850€!).

Ora fai i tuoi calcoli e vedi se può diventare il tuo lavoro principale.

Se vuoi essere preciso dovresti aggiungere anche tutti i costi operativi (adsl, luce, manutenzione dei pc, costo della piattaforma, commissioni, ecc.)

C’è anche un altro modo per guadagnarsi da vivere facendo trading anche se non hai un grande conto di trading da solo. Puoi gestire gli account di altre persone tramite varie piattaforme di trading di copia. Non è un campo che conosco, per cui lascio che ti documenti da solo sulla fattibilità.

Devo avvertirti di due cose però. In primo luogo – è vietato dalla legge in alcuni paesi, quindi prima di farlo assicurati al 100% che tu possa effettivamente farlo. Le sanzioni contro la violazione di tali leggi sono generalmente astronomiche. In secondo luogo, è estremamente snervante gestire i soldi degli altri. È difficile descrivere se non hai alcuna esperienza con esso, ma è molto più difficile che gestire solo denaro che ti appartiene. È anche estremamente difficile rimanere disciplinati quando si gestiscono i soldi degli altri.

6. Scopri come funziona la probabilità

Anche le migliori strategie hanno periodi in perdita e lunghi periodi in cui praticamente a fine giornata fai una patta. Non esiste una strategia senza i suoi lati negativi. Questo è un dato di fatto e devi semplicemente fare pace con te stesso. Se fai trading part-time è molto più facile perché se non ottieni i tuoi soldi dal mercato, li ottieni comunque dal tuo lavoro. La tua famiglia non rimarrà affamata a causa sua. I trader full time invece si trovano in una posizione molto più difficile. Devono essere consapevoli degli aspetti positivi e negativi della loro strategia e devono sempre essere preparati ad un drawdown o ad un lungo periodo piatto. Se vuoi fare trading per vivere, allora devi capire come funziona la probabilità nei mercati.

Immagina ad esempio un swing trader con una strategia che segue il trend. Le tendenze di lungo si verificano circa il 20% del tempo. L’80% delle volte i mercati sono più o meno in laterale. Questo ragazzo guadagna solo 2-3 mesi all’anno, mentre per il resto dell’anno è più o meno piatto. Questo sarebbe inaccettabile per la maggior parte delle persone, ma alla fine dell’anno, questo ragazzo potrebbe aver guadagnato il 50% dove il resto dei trader, molto probabilmente, saranno in rosso.

Non deve essere per forza così estremista come questo esempio, ma qualunque sia la tua strategia, ci saranno periodi in cui subirai una perdita dopo l’altra. Non puoi realisticamente aspettarti di avere un rapporto di vincita superiore al 65-70% nel lungo periodo. Semplicemente non esiste una strategia che potrebbe superare questo numero – sì, so che i “guru” di Internet ti dicono il contrario, ma siamo realistici. Se hai il 65 – 70% a lungo termine, sei un vincitore in questo gioco. Cioè se sopravvivi ai periodi brutti. Dai un’occhiata a questo grafico delle probabilità:

Il grafico mostra quante perdite consecutive puoi aspettarti con una strategia con un rapporto di vincita dell’X%. Ad esempio, con un rapporto di vincita del 60%, c’è il 77% di probabilità che tu abbia 4 scambi perdenti di fila, il 44% di probabilità che tu ne abbia 5 consecutivi, il 20% di probabilità di averne 6 e così via.

I trader professionisti non iniziano a dare di matto quando prendono 5 loss di fila perché è ancora uno scenario “normale”. Se vuoi vivere con il trading devi capire come funziona la probabilità ed essere sempre pronto per un drawdown o un mese piatto.

7. Impara a gestire i tuoi profitti

Questo è strettamente legato al punto che ho sollevato precedentemente. I trader professionisti devono essere consapevoli del fatto che faranno soldi solo in alcuni periodi. Il mio consiglio qui è che devi stare attento a quanto dei tuoi profitti ritiri e spendi. Non spendere tutti i tuoi profitti perché ne avrai bisogno per i periodi difficili. Immagina, ad esempio, il trader che segue la tendenza che guadagna solo 2-3 mesi all’anno e che è piatto per il resto dell’anno. Immagina che abbia un gennaio vincente e poi spenda tutti i suoi gain. In questo modo non avrebbe avuto denaro fino al secondo mese vincente. Questo potrebbe essere ad esempio tra sei mesi! Lo so, questo è estremo ma spero che ti abbia aiutato a chiarire il punto.

I trader professionisti pensano in termini di probabilità e di medie. Quindi, se la tua strategia guadagna in media, ad esempio, $ 24.000 / anno, puoi spendere $ 2.000 ogni mese. Non spendere di più anche se hai guadagnato $ 10.000 nel primo mese. Preservalo per una giornata storta.

8. Avere una strategia di trading

Devi avere una strategia di trading – un vantaggio. Lo so, è più facile a dirsi che a farsi. Tuttavia, è un dovere. Se scambi per vivere, la tua vita dipende letteralmente dalla tua strategia. Per questo motivo, una buona strategia è una cosa molto importante. Prima di iniziare a scambiare con un capitale importante, devi sapere assolutamente tutto sulla tua strategia. È necessario disporre di un backtest estremamente accurato, statistiche precise per un ampio periodo storico – non solo statistiche provenienti da backtest ma da diversi mesi di trading dal vivo. Devi anche sapere quando la tua strategia si comporta bene e quando ha i suoi momenti difficili.

Puoi usare anche una strategia di qualcun altro. Tuttavia, ti consiglio di effettuare lo stesso statistiche, backtest e aggiustamenti. In base alla mia esperienza, i trader di maggior successo hanno apportato le proprie modifiche alle strategie di altre persone (insegnanti, guru o anche idee trovate in rete) in modo che si adattasse meglio al loro profilo. Hanno anche una buona e approfondita statistica su cui basare le loro nuove idee.

9. Sii disciplinato

Avere la migliore strategia al mondo non ti salverà se non sei disciplinato. Sfortunatamente, più grande è il tuo conto e maggiori sono i volumi delle tue operazioni, più è difficile rimanere disciplinati. I trader che non sono davvero pronti a negoziare con posizioni importanti spesso tendono a fare gli errori di trading più comuni. Più comunemente – mantenere una posizione perdente troppo a lungo, sperando in un miracolo. O prendendo i loro profitti troppo presto – prima che il prezzo raggiunga effettivamente il loro obiettivo di profitto originale.

Se vuoi essere un trader professionista, il che significa che dovrai scambiare posizioni importanti, quindi ho un piccolo consiglio per te. Personalmente mi ha aiutato molto. Se hai problemi con la disciplina a causa delle grandi posizioni di trading, disabilita la visualizzazione degli utili e delle perdite nominali nella tua piattaforma di trading (se la tua piattaforma di trading ti consente di farlo). In questo modo non vedrai con quanti soldi stai operando. Vedrai solo il conteggio dei tick/pip. In questo modo è molto meno inquietante e snervante. Ti aiuta a fare trading senza pensare alle enormi quantità di denaro con cui stai tradando. A volte sembra quasi una demo. Troverai molto più facile attenersi alla tua strategia ed essere più disciplinato con le tue operazioni.

10. Avere un broker solido

So di averlo detto molte volte e probabilmente suono un disco rotto ma non mi dispiace. È assolutamente fondamentale disporre di un broker solido. Con un grande conto di trading e grandi volumi di scambi, ogni pip è un sacco di soldi. Ogni euro di commissioni o pip di spread contano tantissimo e devi pensarci due volte se preferisci nutrire il tuo broker o la tua famiglia.

Non si tratta solo di commissioni basse e spread ridotti. È anche molto importante che il broker provenga da un paese con solide leggi e che il broker sia regolato da un regolatore serio. Il caso peggiore che ti può accadere è aprire un conto con un broker truffaldino che non ti consente nemmeno di ritirare i tuoi soldi. E questo ti assicuro che può accadere davvero!

Conclusione

Quindi questo è tutto. So che diventare un trader professionista richiede molto tempo e un sacco di lavoro, ma credimi che ne vale assolutamente la pena!

A presto!

Lascia un commento