| by Gianni Gasparetto | No comments

8 Strategie per investire in un mercato orso

Abbiamo un mercato ribassista quando il calo generalizzato dei prezzi delle attività è superiore al 20% rispetto ai massimi recenti. Nessuno vorrebbe farsi sorprendere da un mercato ribassista, ma in caso contrario ci sono alcune strategie che puoi mettere in atto.

Qui vorrei suggerirti 8 importanti strategie di investimento e soprattutto di “mentalità” per aiutarti a rimanere calmo e giocare le tue carte.

Vediamo quali sono e analizziamole:

1 Tieni sotto controllo le tue paure

C’è un vecchio detto a Wall Street: “Il Dow si arrampica su un muro di preoccupazione”. In altre parole, nel lungo periodo il Dow ha continuato a crescere nonostante i problemi economici, il terrorismo e le innumerevoli altre calamità. Gli investitori dovrebbero cercare di separare sempre le proprie emozioni dal processo decisionale di investimento. Ciò che un giorno sembra una catastrofe globale insuperabile potrebbe essere ricordato nel giro di qualche anno come nient’altro che un blip sullo schermo, un inciampo lungo la strada. Ricorda che la paura è un’emozione che può offuscare il giudizio razionale di una situazione. Stai calmo e vai avanti!

2 Crea un piano di accumulo.

La cosa più importante da tenere a mente durante un rallentamento economico è che è normale che il mercato azionario abbia anni negativi, fa parte del ciclo economico. Se sei un investitore a lungo termine (ovvero con un orizzonte temporale di oltre 10 anni), un’opzione è quella di sfruttare la media dei prezzi. Acquistando azioni indipendentemente dal prezzo, ma a scadenze fisse (mensili? Trimestrali? Annuali?) si finisce per acquistare azioni ad un prezzo basso quando il mercato è in discesa. Nel lungo periodo, il costo sarà “una media”, con un prezzo  complessivamente migliore per le tue azioni.

3 Gioca a “fingerti morto”

Durante un mercato orso, essi dominano e i tori non hanno alcuna possibilità. C’è un vecchio detto che la cosa migliore da fare durante un mercato degli orsi è di “fingerti morto” (è lo stesso protocollo da adottare quando si incontra un vero grizzly nel bosco). Combattere sarebbe molto pericoloso. Mantenendo la calma e non facendo mosse improvvise, ti salverai dal diventare un “pranzo dell’orso”. 

Giocare “al morto” in termini finanziari significa mettere una parte maggiore del tuo portafoglio in  titoli del mercato monetario, come certificati di deposito (CD), buoni del tesoro e altri strumenti con elevata liquidità e scadenze brevi.

4 Diversificare

Avere una percentuale del portafoglio diviso tra azioni, obbligazioni, liquidità e attività alternative è il nucleo della diversificazione. La suddivisione del portafoglio dipende dalla tolleranza al rischio, dall’orizzonte temporale, dagli obiettivi, ecc. La situazione di ogni investitore è diversa. Una corretta strategia di allocazione delle risorse ti consentirà di evitare gli effetti potenzialmente negativi derivanti dal mettere tutte le uova nello stesso paniere.

5 Investi solo ciò che puoi permetterti di perdere

Questo è un adagio che viene ripetuto fino alla nausea ed invece la stragrande maggioranza dei piccoli investitori cosa fa? Mette in borsa tutti i risparmi della loro vita. O peggio ancora, se si cimenta nel trading online cerca quei broker che  offrono una leva elevata. Investire è importante, ma lo è anche mangiare e mantenere un tetto sopra la testa. Non è saggio prendere fondi a breve termine (cioè denaro per l’ipoteca o generi alimentari) e investirli in azioni. Come regola generale, gli investitori non dovrebbero essere coinvolti in azioni a meno che non abbiano un  orizzonte  di investimento di almeno 5 anni, preferibilmente più a lungo, e non dovrebbero mai investire denaro che non possono permettersi di perdere. Ricorda, sopportare mercati e persino correzioni minori, può essere estremamente distruttivo.

6 Cerca buoni valori

I mercati al ribasso possono offrire grandi opportunità agli investitori. Il trucco è sapere cosa stai cercando. I grandi investitori come Warren Buffett vedono spesso i mercati al ribasso come grandi opportunità di acquisto perché le valutazioni delle aziende buone vengono martellate insieme alle società con pessimi bilanci e si possono trovare a valutazioni molto interessanti. Buffett spesso consolida la sua posizione in alcuni dei suoi titoli preferiti, durante i periodi meno allegri del mercato, perché sa che la natura del mercato è punire anche le buone aziende, molto di più di quanto meritino.

7 Fai il punto sui titoli difensivi

Le azioni difensive o non cicliche sono titoli che generalmente hanno un rendimento migliore del mercato complessivo in periodi di crisi (come gli energetici Snam, Terna, Enel, ecc). Questi tipi di azioni offrono dividendi costanti e utili stabili, indipendentemente dallo stato del mercato complessivo. Per titoli esteri potete cercare quelle aziende che producono beni durevoli per la casa, come dentifricio, shampoo e crema da barba; sono esempi di industrie difensive perché le persone useranno ancora questi articoli nei momenti difficili.

8 (Impara ad andare short)

Questo ultimo punto lo metto tra parentesi perché è solo per chi ritiene di poter essere un investitore attivo.

Ci sono modi per trarre profitto dal calo dei prezzi.

La vendita delle azioni allo scoperto (short selling) è un modo per farlo, prendendo in prestito azioni di una società, vendendole, sperando di riacquistarle ad un prezzo inferiore. Le vendite allo scoperto richiedono conti a margine e potrebbero causare perdite dannose se i mercati risalgono.

Le opzioni put sono un’altra scelta, che acquistano valore con la discesa dei prezzi e che garantiscono un prezzo minimo a cui vendere un titolo, stabilendo efficacemente un piano per le perdite se lo si utilizza per la copertura. Avrai bisogno della possibilità di scambiare opzioni nel tuo conto di intermediazione per acquistare put.

I fondi negoziati in borsa (ETF) inversi offrono inoltre agli investitori la possibilità di beneficiare di un declino dei principali indici o del benchmark di riferimento. Quando i principali indici scendono, questi fondi aumentano, consentendoti di trarre profitto mentre il resto del mercato soffre. A differenza delle vendite allo scoperto o put, questi possono essere acquistati facilmente dal tuo account di intermediazione. Ma attenzione, perché molti di questi prezzi soffrono di costi nascosti come quelli per ribilanciare i prezzi da una scadenza del future a quello successivo (effetto contango).

Conclusione

La conoscenza rende l’investitore consapevole. Consapevole di come muoversi anche nel turbinio dei mercati orso.

A presto!

Lascia un commento