| by Gianni Gasparetto | No comments

7 modi per rimuovere gli ostacoli agli investimenti di successo

Molti investitori basano le loro decisioni su emozioni, voci o inseguendo il prossimo tema caldo (effetto gregge) e spesso finiscono per perdere denaro. Ma nonostante gli errori, molti di essi continuano con lo stesso comportamento e continuano a ottenere gli stessi risultati. Rimuovere gli ostacoli al successo è fondamentale per cambiare il comportamento degli investitori e consentire loro di avere successo. Tutti gli investitori, indipendentemente dal successo, devono cercare di rimuovere continuamente le nuove barriere man mano che appaiono.

Le barriere

Le barriere sono quelle caratteristiche che possediamo e che ci impediscono di raggiungere il successo. Tutti gli investitori dovrebbero redigere un elenco delle barriere che devono superare prima di poter raggiungere i propri obiettivi. 

Conoscere le barriere è il primo passo per rimuoverle. 

Molte persone, tuttavia, lottano perché ripetutamente fanno gli stessi errori di investimento. Di solito il motivo è che non hanno identificato ciò che impedisce loro di investire il successo.

Quindi quali sono alcune di queste barriere? Tieni presente che ogni investitore ha i suoi ostacoli che deve superare: gli ostacoli discussi qui sono alcuni dei più comuni.

Emozione

L’emozione è una delle esperienze umane più comuni. La paura e l’avidità che molti singoli investitori sperimentano spesso offuscano la loro capacità di pensare razionalmente. Ciò si traduce in investimenti scadenti e di solito in una perdita di denaro. Gli investitori si dividono in 2 macrocategorie.

Nel primo caso, anche se è nell’interesse di ogni trader/investitore vendere sui massimi e comprare vicino ai minimi, molti di essi non vendono i titoli che potrebbero aver raggiunto livelli elevati (avidità) e sono riluttanti ad acquistare azioni, casomai con ottimi fondamentali, ma vicino ai minimi.

Anzi, se il titolo ritraccia o addirittura inizia una fase di inversione, mantengono l’azione in portafoglio sperando che il prezzo torni sui massimi.

Di contro ci sono gli investitori che resistono alle perdite per troppo tempo. Sperano che con la pazienza ed aspettando, le loro azioni si riprenderanno, s non per guadagnare, almeno per vendere in pareggio.

Nel frattempo, il loro capitale è legato a un investimento in perdita ed è quindi incapace di produrre un rendimento. Ciò riduce il saldo del conto e aumenta i livelli di stress. La maggior parte degli investitori cita di detenere investimenti troppo a lungo come l’errore più dannoso per il loro successo.

Mancanza di conoscenza

A volte gli investitori pensano erroneamente che devi solo comprare e vendere le azioni giuste e farai sempre soldi. A volte gli investitori possono avere una scarsa comprensione del funzionamento dei mercati, di ciò che guida i prezzi delle azioni e del successo degli investimenti. Inoltre, molti investitori tendono a sopravvalutare la propria capacità di battere il mercato e di conseguenza assumono rischi inutili.

Le persone sono spesso irresistibilmente attratte da guadagni elevati, anche quando non sono sostenibili. Molti investitori inseguono l’ultimo settore caldo senza comprendere sufficientemente il perché o i rischi (tipo i Bitcoin o le opzioni binarie).

Ad esempio, anche se i traders si rendono conto che non dovrebbero utilizzare troppa leva ed usarla solo se puoi tenere sottocontrollo il trade,essi continuano a farlo.

Alcuni acquistano troppe azioni della società in cui sono impiegati, perché i fondi pensione disponibili dell’azienda e l’uso delle opzioni come parte del loro pacchetto di compensazione lo rende facile. Ciò può tuttavia lasciare agli investitori un portafoglio privo di diversificazione.

Altri investitori non capiscono come funzionano le obbligazioni, quindi le evitano. Pochi si rendono conto che le obbligazioni detengono una posizione preferita qualora una società dichiari bancarotta. Molti altri non comprendono che quando i tassi di interesse aumentano, i prezzi delle obbligazioni di solito scendono. Quando si tratta di comprendere concetti così importanti come il modo in cui una banca centrale fissa i tassi di interesse e la curva dei rendimenti, ancora meno investitori hanno conoscenze sufficienti per prendere decisioni razionali.

Infine, la maggior parte degli investitori (non parlo dei day trader) non sa quando vendere azioni che hanno corso molto, veramente troppo. Continuano a mantenere le azioni invece di vendere parte della loro posizione per prendere una parte di profitto e rendere disponibile il capitale per altri investimenti più promettenti. Non riescono a rendersi conto che, quando il prezzo del titolo sale, il loro portafoglio diventa sempre più sbilanciato, favorendo il titolo apprezzato. Il mercato è un grande equalizzatore e di solito adegua i portafogli degli investitori, a volte con loro sgomento. Molti investitori sono confusi dall’idea che il ribilanciamento comporta la vendita di alcuni degli investimenti che hanno registrato i risultati migliori e l’acquisto di quei titoli ancora sottostimati.

Perdere di vista il quadro generale

Mentre molti investitori affermano di investire con una prospettiva a lungo termine, continuano però a prendere decisioni basate su movimenti e idee a breve termine. La maggior parte degli investitori ritiene che sia importante stabilire obiettivi a lungo termine per cose come l’acquisto di una casa, il risparmio per il college e la pensione, ma non riescono a stabilire piani finanziari fattibili per quanto riguarda la liquidità.

Senza questi piani, le loro decisioni sono soggette al flusso e riflusso del mercato attuale. Basare le decisioni su fluttuazioni di mercato imprevedibili può essere pericoloso e ci sono buone probabilità che questi investitori prendano una decisione sbagliata, ostacolando il raggiungimento dei loro obiettivi di  lungo termine.

Quando l’investitore medio si rende conto che il mercato è rialzista da molto tempo, inizia ad investire in azioni e fondi comuni di investimento, cercando di catturare parte del profitto realizzato dai professionisti e da tutti gli altri (effetto gregge). Quando il mercato subisce un drastico calo, l’investitore medio va in panico e non sapendo come gestire lo stress, vende sui minimi. Troppo spesso, questo modello si ripropone, facendo sì che l’investitore medio perda gran parte del proprio capitale e venga disilluso dalle azioni.

Anche oggi, nel 2020 dopo più di 10 anni di continuo rialzo, ci troveremo, prima o poi, nell’analoga situazione in cui gli investitori medi entreranno sui massimi, al primo vero ribasso incrementerà (medierà) pensando che tanto i mercati sono sempre andati su in questi anni, salvo poi, se il mercato scenderà in maniera importante, svendere i propri titoli in prossimità dei minimi salvo poi giurare che non investirà più un centesimo su queste borse manipolate.

Strategie per rimuovere le barriere in 7 passaggi

Non importa quali siano le tue barriere, è importante mettere insieme un piano per rimuoverle. Ecco i 7 passaggi che è possibile adottare per rimuovere queste barriere al successo degli investimenti:

  1. Impara a monitorare i tuoi risultati: misurare i tuoi risultati crea una traccia su ciò che ha funzionato e cosa no. Ciò consente di identificare i problemi che si ripetono. 
    Alcuni investitori si segnano una grande quantità di dettagli e anche tu dovresti farlo. Almeno quelli più semplici tipo documentare la tendenza generale del mercato, la tendenza del settore merceologico della tua azione, il tuo target di uscita e il trailing stop per non trasformare operazioni vincenti in perdite. Fallo per ogni operazione. Questo track-record sarà molto utile nel valutare le tue attività di investimento nel tempo e può essere utilizzato per identificare quali ostacoli stai incontrando sul tuo cammino.
  2. Una volta misurato il tuo comportamento, puoi identificare ciò che vuoi cambiare: esamina la tua attività di trading e cerca modelli che indicano gli ostacoli al successo. Compri impulsivamente senza un adeguato studio? La tua logica per l’acquisto delle azioni si rivela sbagliata per la maggior parte del tempo? La chiave è identificare il comportamento di investimento che ostacola la tua performance.
  3. Rimani concentrati su ciò che è necessario cambiare: cambiare il proprio comportamento richiede una costante attenzione a ciò che si cerca di cambiare. Come ogni sforzo per modificare il comportamento, è necessario rimanere concentrati sulle azioni intraprese per rafforzare il comportamento di investimento che si desidera avere. Se ritieni di non essere concentrato su come modificare il tuo comportamento, fai una pausa dal trading fino a quando non hai riacquistato la tua attenzione.
  4. Individua il modo in cui gestirai le perdite: le perdite fanno parte degli investimenti. Imparare a gestirli è uno dei cardini del comportamento per avere successo. Inizia con il concentrarti sull’aspetto della perdita attraverso lo stop loss. Una volta che saprai gestire lo stop loss, soprattutto mentalmente, accetterai la perdita e andrai avanti. Affrontare e accettare una perdita è un’abilità essenziale per essere un trader vincente. Se saprai rendere la perdita di un trade come un processo automatico nella tua strategia di trading, rimuoverai l’emozione dal processo. Questo ti darà energia per la prossima opportunità senza essere attanagliato dalla paura.
  5. Diventa esperto in una strategia alla volta:  ci sono molti modi per entrare a mercato e selezionare i titoli che offrono buone opportunità di investimento. Troppo spesso però gli investitori seguono le mode del momento (nuovi indicatori, nuovi pattern, Gann ed Elliott perché seguono il guru del momento che li utilizza) e invece di cercare di utilizzare le conoscenze acquisite, rincorrono queste nuove tecniche. Concentrati invece sulle conoscenze acquisite che costituiranno una solida base per i tuoi investimenti. Successivamente, quando sarai diventato un esperto di questa tecnica, di questo modo di approcciare il mercato puoi ampliare la tua base di conoscenze aggiungendo un nuovo tassello o tecnica.
  6. Impara a pensare alle probabilità: poiché il mercato è in continuo movimento, l’investitore deve valutare continuamente il rapporto rischio-rendimento di ogni opportunità. Non puoi spostare il mercato, quindi devi valutare qual azione (tassi di interesse, guerre, Corona virus, ecc.) che potrebbero muovere il mercato, soprattutto nei settori chiave e sulle azioni che stai guardando o hai in portafoglio. Valutare cosa è più probabile che accadrà in termini di probabilità ti aiuterà a giudicare egregiamente i tuoi investimenti.
  7. Impara ad essere obiettivo: molti investitori vogliono credere che il mercato farà ciò che loro pensano debba fare, piuttosto che valutare ciò che realmente fa. Eventuali limiti posti sul mercato si rivelano generalmente errati. Il mercato fa quello che fa il mercato. Gli investitori devono mantenere una prospettiva obiettiva. Se sei obiettivo, allora:
    • Non sentirti costretto ad agire rapidamente
    • Non avere paura di prendere una decisione di investimento
    • Non forzare la tua opinione sul mercato, ma piuttosto cerca di comprendere ciò che il mercato sta cercando di dirti

Conclusione

Rimuovere gli ostacoli al successo degli investimenti è un processo sempre in corso. Seguendo un piano definito, è possibile identificare e formulare un programma per rimuovere le barriere che ti impediscono di raggiungere il successo come investitore.

A presto!

Lascia un commento