| by Gianni Gasparetto | No comments

Capire questi 4 pilastri ti renderanno vincente! 3. Gestione del denaro

Parte 3 di 4

Rischio: il diavolo è nei dettagli

Passiamo al terzo pilastro.
Non fare errori!
Nulla di ciò che è stato scritto fino a questo punto sarà di grande utilità pratica a meno che tu non tratti con rispetto questo piccolo demone chiamato “rischio”. È necessario sviluppare un senso di controllo quasi ossessivo per la gestione del rischio, altrimenti, i primi due pilastri delle vincite e del rapporto rischio-rendimento non servono a niente. Se uno, tuttavia, trova il suo punto debole come descritto sopra, e per di più, include un livello di rischio per evitarlo, allora ha trovato la chiave del successo.

Qual è esattamente la formula per calcolare il rischio di rovina? Alla base, del rischio di rovina c’è un modello statistico che calcola le probabilità di far saltare in aria il tuo account. Una volta trovato il tuo punto debole (rapporti di vincita e rischio-rendimento), devi capire il livello di rischio che puoi permetterti per ogni operazione (terzo pilastro), in modo da annullare la probabilità di dilapidare il tuo conto.

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi:

Rischio di rovina – Come gestire il rischio capitale per trade

Il rischio di rovina è la probabilità che perderai così tanti soldi da non poter più continuare a fare trading. Questo non significa perdere tutto il tuo capitale di trading, il punto di rovina si basa sulla tua personale tolleranza al rischio, quindi la rovina per te potrebbe essere del 15%, potrebbe essere del 50% o del 100%.

Calcolo del proprio rischio di rovina

La formula del rischio di rovina pubblicata da Perry Kaufman utilizza la probabilità di una vittoria per calcolare il rischio di rovina:

ROR = ((1 – Edge) / (1 + Edge)) ^ CapitalUnits

ROR o Risk of ruin rischio di rovina che come dicevo prima potrebbe anche non essere tutto il capitale.
Per esempio, per fare trading sui futures serve un margine di garanzia.
Poniamo che per il dax sia di 13.000€.
Se io ho un conto di 20.000€ basta che perda 7.001€ per non poter più aprire una posizione.

Edge è la probabilità di vittoria. In poche parole la differenza di tutte le vittorie (Win) – le perdite (Loss)
Edge = W-L
Se ho il 52% di gain vuol dire che il 46% sono perdite.
Il differenziale o EDGE è 4%
Naturalmente come è logico notare dalla formula, maggiore è il valore di Edge, minore sarà il rischio di rovina.

CapitalUnits è il numero massimo o i rischi che il trader può correre prima di raggiungere il proprio punto di rovina.
Si calcola prendendo il capitale di rischio totale (che non è detto sia tutto il capitale di cui disponiamo) e dividendolo per il capitale di rischio per ogni singola operazione.

Facciamo un esempio

Facciamo un esempio per capire meglio quello che voglio spiegare.

Esempio
Storicamente, un mio pattern ha una percentuale di successo il 52% delle volte e il 48% delle volte perde l’intero investimento. 

In questo esempio, i dati sono:
Conto € 100.000
Punto di rovina € 70.000 (non rischio tutto il capitale)
Capitale a rischio che decido di mettere per ogni operazione € 5.000
Edge 0.04 (ovvero 52% – 46% = 4% = 0.04)
CapitalUnit è il numero massimo o i rischi che il trader può correre prima di raggiungere il proprio punto di rovina è € 70.000 / € 5.000, o 14.

Il rischio di rovina sarebbe calcolato come:

ROR = ((1 – Edge) /
ROR = (1 – 0.04) / (1 + 0,04)) 14
ROR = (0,96 / 1,04) 14
ROR = 0,9231 14 

ROR = 0,3261 o 32,61%

La% di vincita è solo una piccola componente dei risultati di performance della strategia e deve davvero essere presa in considerazione insieme al rapporto vincite / perdite, o alla dimensione delle vincite rispetto alla dimensione delle perdite, per dare una vera indicazione del rendimento di una strategia. Esistono molti sistemi di trading redditizi che hanno una percentuale di vincita pari al 30%, ma la dimensione delle vincite è molto maggiore della dimensione delle perdite, quindi la strategia è ancora redditizia a lungo termine.

Includere il rapporto Win / Loss nel calcolo del rischio di rovina rende la formula molto più complicata, quindi Brent Penfold di Indextrader.com.au ha gentilmente fornito il simulatore di rischio di rovina sviluppato in Excel come download gratuito per gli ascoltatori di podcast di Better System Trader. C’è un link per scaricare il simulatore alla fine dell’articolo, ma esaminiamolo prima per vedere come funziona e come possiamo applicare i risultati al nostro trading.

Utilizziamo il simulatore gratuito del rischio di rovina

Quando apri il simulatore, ci sono alcuni valori che devi inserire in base alla tua strategia di trading. (Se ti viene richiesto di abilitare le macro, dovrai dire di sì, altrimenti il ​​simulatore non funzionerà).

In questo esempio ho inserito i valori per una strategia che segue la tendenza:

  • Win%: 41%
  • Rapporto vincite / perdite: 1,95
  • Dimensione del conto: $ 50.000
  • Dimensione della posizione: 4% – Rischiamo il 4% del nostro capitale per ogni operazione
  • Drawdown: 35% – Non saremo in grado di scambiare questo sistema se ha un drawdown maggiore del 35%, quindi questo è il punto di “rovina”.

Premi il pulsante “Simulate Risk of Ruin” e il simulatore eseguirà una singola serie di negoziazioni in base al rapporto% vincite e vincite / perdite fino a raggiungere il limite di prelievo% o la curva azionaria raggiunge 10.000 operazioni o $ 200 milioni, in cui si presume che la rovina sia stata evitata.

Immediatamente possiamo vedere con una precisione del 41% e un rapporto vincite / perdite di 1,95 l’aspettativa è del 21%, quindi il sistema stesso ha un’aspettativa positiva ma il rischio di rovina è del 82%. Tieni presente che questa è solo una serie di simulazioni, quindi ho eseguito 20 simulazioni e vediamo che i risultati possono spesso essere peggiori con alcune (la riga 12 e 20) che producono un rischio di rovina al 100%:

SIMULAZIONIRISK OF RUIN in %
1 82
2 88
3 85
4 80
5 85
6 74
7 93
8 82
9 79
10 74
11 88
12 100
13 75
14 76
15 80
16 76
17 82
18 73
19 93
20 100

Ridurre il rischio di rovina

Esistono 3 modi per ridurre il rischio di rovina senza andare a regolare il livello di Drawdown:

  1. Aumentare la precisione a una percentuale di vincita più alta,
  2. Migliora il rapporto win/loss in modo che i trades vincenti siano superiori ai trades perdenti,
  3. Ridurre la quantità di denaro a rischio per ogni operazione.

Sono davvero contento del rapporto Win% e Win/Loss di questa strategia, quindi esaminiamo la gestione del denaro come un modo per ridurre il rischio di rovina. Al momento stiamo rischiando il 4% del capitale totale per ogni operazione, vediamo come cambia il rischio di rovina se riduciamo il rischio al 2% per operazione.

Il rischio di rovina è stato ora ridotto allo 0% in questa simulazione, ma non possiamo mai conoscere l’ordine delle operazioni che si verificheranno in futuro, quindi dobbiamo eseguire più simulazioni, ecco i risultati dopo 20 prove:

SIMULAZIONI RISK OF RUIN in %
1 0
2 0
3 0
4 74
5 82
6 76
7 0
8 70
9 71
10 0
11 74
12 72
13 93
14 0
15 80
16 0
17 0
18 83
19 83
20 71

Possiamo vedere che alcune simulazioni hanno prodotto un rischio di rovina dello 0% ma altre simulazioni hanno un rischio di rovina addirittura del 93%. Questo è ancora troppo alto perché non possiamo mai conoscere l’ordine delle negoziazioni che sperimenteremo in futuro, potremmo iniziare il nostro trading con il rischio di rovina dello 0% o del 93%.

Riduciamo ulteriormente il rischio

Proviamo a ridurre il rischio all’1% per operazione.

Oltre 30 corse, il rischio di rovina per ogni corsa è stato dello 0%, quindi un rischio dell’1% per operazione rappresenta un livello di rischio più appropriato per questa strategia. Ovviamente questa non è una garanzia che questi sono i risultati che saranno raggiunti in futuro, ma almeno c’è una migliore possibilità di sopravvivenza riconoscendo che il livello di rischio era troppo alto e riducendolo a un livello statisticamente più probabile per avere successo.

Per riassumere i risultati:

A partire da un rischio del 4% per operazione ha prodotto un rischio medio di rovina oltre 30 simulazioni dell’85%,

La riduzione del rischio per operazione al 2% per operazione ha prodotto un minor rischio di rovina con una media di oltre 30 simulazioni del 54%,

Ridurre il rischio per operatore all’1% per operatore ha prodotto un rischio di rovina dello 0% su 30 simulazioni.

Ora tutte le simulazioni portano ad un rischio dello 0%!!!

“Il trading di successo si basa essenzialmente sulla comprensione della matematica che rappresenta il rischio dello 0% di rovina”

Brent Penfold

Ti consiglio vivamente di completare questo esercizio per le tue strategie di trading per determinare se stai negoziando con troppi rischi.

Clicca questo Link per scaricare il Download the Risk of Ruin simulator

Il capitolo seguente

Capire questi 4 pilastri ti renderanno vincente!
4. Il Broker
Parte 4 di 4

Lascia un commento