| by Gianni Gasparetto | No comments

Professione trader – Pro e Contro del trader e del lavoro da casa

“Perché faccio trading?
Per difendere ed aumentare il mio capitale economico preservando il mio capitale psicologico”

Joe Ross

Non nascondiamoci dietro a falsi moralismi. Chi si avvicina al trading lo fa sostanzialmente per la possibilità di fare soldi. Anche tanti soldi. E’ facile? No, per niente, ma non impossibile.

In altri articoli parlo di come fare un trading profittevole, ma in questo voglio solo analizzare i pro e i contro, non solo del trader, ma anche dell’aspetto del “lavorare da casa” che può essere letto da qualsiasi libero professionista o da chi, oggi lavoratore dipendente presso un ufficio, non decida di mettersi in proprio e lavorare dentro le mura domestiche.

Pro

Questi sono i vantaggi che mi sono venuti in mente del lavoro del trader e comunque del lavorare da casa in generale.

Guadagnare tanti soldi

Ipoteticamente si possono guadagnare somme importanti… 100… 1000… 10000 euro al giorno.
I fattori sono molti, da quanto capitale hai da investire, su quale strumenti operi, se il mercato è volatile o meno, ma in via ipotetica diciamo che con 100.000€ ottenere, in maniera molto conservativa, da 200 a 500€ al giorno non è così impossibile.

In questo lavoro le raccomandazioni non servono.

Molto semplicemente se sei bravo guadagni, se non lo sei perdi. Tu hai in mano la tua sorte. Questo è un grande potere che hai (ma se non sei preparato psicologicamente anche una grande condanna);

Meno stress a causa degli spostamenti

sia che andiate al lavoro in auto sia che ci andiate coi mezzi pubblici, il tragitto per raggiungere il posto di lavoro è spesso motivo primario di stress. Il traffico sempre più lento e meno scorrevole o i mezzi pubblici che accumulano ritardi o non offrono condizioni di viaggio molto confortevoli sono uno dei motivi principali che vi spingono a optare per lavorare da casa.

Si può lavorare ovunque

Avete presente quelle foto del trader che lavora su una spiaggia o sul suo Yacht? Bene, io non ne conosco nemmeno uno, ma se c’è una linea internet che vi raggiunge, ipoteticamente potreste farlo!

Non hai capi o padroni!

Solo questo vale la scelta di fare il trader.

Non hai clienti che si lamentano

Anzi, non hai clienti.

Traffico: ciao ciao! 

Non ti devi spostare per andare a lavorare.
Tutto ciò ha un’enorme sequenza di vantaggi collegati tipo:
Basta spese per la benzina o per i mezzi pubblici, con i conseguenti benefici per le nostre tasche, per l’inquinamento;
basta traffico e le migliaia di ore della nostra vita perse in ingorghi (se in auto) o di ritardi di bus o treni (per pendolari con i mezzi pubblici). Ore di cui ti sei riappropriato e che potrai dedicare alla tua vita privata, alle persone che ami, agli amici, allo sport, agli hobby.
Questo è il vantaggio più grande: il tempo non ha prezzo!

Costo di avviamento davvero basso.

Per questa attività basta davvero poco. Un computer un paio di monitor, una connessione internet e poco altro.

Nessuna burocrazia

Le tasse vengono prelevate direttamente dal mio broker e fine.Niente commercialista o sbattimenti vari.

le plusvalenze sono soggette all’aliquota del 26%. Dimezzata per i titoli di Stato (12,50%)

E visto che uno potrebbe lavorare da qualsiasi posto del mondo, sappiate che ci sono anche delle nazioni dove il capital gain sta a zero. In Europa sono la Svizzera, Il ed Il Principato di Monaco. Non so se ce ne siano altre. Chi ne è a conoscenza, può scriverlo nei commenti.

Lavori quando vuoi!

Puoi decidere tu i tuoi ritmi di lavoro.
In un ufficio di solito sei tenuto a seguire ritmi e orari che non necessariamente sono i migliori per te.
Qui ti gestisci come vuoi.
Io solitamente mi metto davanti al pc alle 7:45 per guardarmi le aste dalle 8:00 alle 9:00
Alle 13:00 pranzo, a meno che non ci sia il mercato in fermento. Solitamente in quell’ora tutto è piuttosto statico per cui sarebbe solo una perdita di tempo stare davanti al pc.
Dalle 13:30 poi proseguo fino alle 18:00 e stacco.
A volte seguo anche i mercati americani fino alle 22:00 circa, soprattutto se ci sono stati dei dati o se il mercato ha aumentato la sua volatilità.
Ma sia in un caso o nell’altro sono io a decidere quanto lavorare e se lavorare. E comunque, anche se parte un bel movimento e voi non siete davanti al pc… amen! Il mercato offre opportunità ogni giorno.
Ah, dimenticavo una precisazione. Non mi assento mai dalla postazione se ho una posizione aperta. Io opero solo intraday e quando ho un trade in essere vado anche in bagno con lo smartphone per tenere monitorato il mercato e chiudere se la posizione mi va contro.

Niente stress e spese extra

lavorare da casa significa uscire dalle dinamiche dell’ufficio, quindi non sarete più obbligati a vedere tutti i giorni il collega raccomandato, il capo stronzo e che non vi apprezza e soprattutto sottostare a ritmi di lavoro prestabiliti da altri.

Puoi pranzare in modo sano

Niente più pasti in mense orrende oppure il panino del bar. Potete farvi un buon piatto di pasta caldo, una bistecchina o un seitan e tofu se siete vegani!
Io sto seguendo una dieta non tanto per perdere peso, ma soprattutto perché mi piace alimentarmi in modo corretto, per cui posso preparami pranzi non troppo pesanti, che mi diano energia ma che non mi “abbiocchino” una volta consumati.

Si può lavorare in mutande o in pigiama

Ho voluto aggiungere anche questa possibilità.
A me piace prepararmi e vestirmi ogni giorno, anche per un rispetto verso la mia compagna. A nessuno piace avere un partner sciatto che gira per casa. Ma non nego che a volte, in giornate piovose o quando casomai ho avuto una nottata un po’ tormentata, non mi metta una bella tuta da ginnastica!

Contro

Arriviamo, come diceva mio figlio da piccolo, alle “dote nolenti”.
Alcune di questi punti li ho ripresi dal libro “Nascita di uno speculatore di borsa” di Remo Mariani.
Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente questo grandissimo trader. Sono stato anche invitato a casa sua e a mangiare nel suo ristorante argentino (investiva in attività differenti i suoi guadagni).
Oltre che un grandissimo professionista anche una persona umanamente eccezionale. Mi ha arricchito personalmente!
Ma snoccioliamo i punti:

E’ un lavoro che ti isola

Se sei abituato a lavorare con il pubblico, se relazionarti con gli altri ti piace, ecco… scordati tutto questo.
Sei tu da solo con il tuo cane o gatto a farti compagnia.
Per un periodo stavo collegato in skype con un altro trader, ma erano comunque distrazioni.
Nello stesso periodo abitavo in una casa isolata in un bosco. Il paese più vicino era a 6 km, la mia ex-moglie stava fuori per lavoro dalle 7:00 di mattina alle 19:00 e i miei figli erano a scuola fino alle 17:00 quando rincasavano accompagnati del pulmino.
Solo completamente tutto il giorno. Per me è stata pesante e quando mi sono separato sono venuto ad abitare in città. Ora se soffro di solitudine, stacco un po’ e scendo a passeggiare o a parlare con qualcuno.

Sei sempre a lavoro.

L’ambiente lavorativo coincide con l’ambiente casalingo quindi è come se vivessi sempre in un ufficio.

I momenti di crisi li devi gestire da solo

Prima o poi passerai dei momenti di crisi, non capire il mercato oppure semplicemente incontrerai un mercato talmente piatto da non essere tradato in alcun modo. E tu devi guadagnare, se con questo devi sostenere te e la tua famiglia. Devi avere la forza di uscirne da solo.

Devi essere ben capitalizzato

Lo so che questo deluderà molte persone, soprattutto quando leggi di broker che ti pubblicizzano “apri il tuo conto con soli 100€”.
Quello va bene se vuoi fare i giochini e farti il viaggio di essere un trader.
Se invece il tuo obiettivo e farlo diventare un mestiere allora mi spiace. Serve del denaro.

Esistono solo 3 tipi di trader

Giovane e capace
Giovane e incapace
Vecchio e capace.
La quarta categoria, il vecchio incapace non esiste. E’ stato spazzato via dal mercato!!!

Non pensate di lavorare poco

Lo so che molte pubblicità vi mostrano trader in panciolle su un atollo mentre sta guadagnando milioni di euro.
Non esistono!
Ve lo ripeto, non esistono!
Aspettate, forse non sono stato chiaro a sufficienza. NON ESISTONO!!!
Nella mia giornata standard sto davanti ai monitor dalle 8:00 alle 18:00. 10 ore che diventano 14 quando seguo i mercati americani fino alle 22:00. Dal lunedì al venerdì e a volte nei weekend passo qualche ulteriore ora a studiare grafici e opportunità per la settimana a seguire.
A me non pesa perché amo questo lavoro. Se per voi è un impedimento, rinunciate a fare il trader.

Nessuno al termine della tua carriera ti darà una pensione.

Oddio, nell’epoca in cui viviamo non è detto che tu riesca a percepire una pensione nemmeno se sei dipendente a tempo indeterminato, ma anche questa cosa devi metterla in conto.

Un altro contro molto importante che voglio menzionare a parte e che riguarda soprattutto chi lavora in casa è:

Hai una marea di distrazioni.

Molti pensano che chi lavora da casa in realtà stia a rigirarsi i pollici ed è un continuo chiedere cose:

Amici che chiedono “vengo a casa tua a trovarti”.

Figli che “mi accompagni in palestra”, “mi porti dalla mi amica Erika” o semplicemente entrano nel tuo ufficietto che ti sei ritagliato in casa e ti chiedono ogni cosa, da “mi gonfi le ruote della bici?” “non capisco questo problema di matematica. Mi aiuti?”

La tua compagna che ti chiede “mi stendi per favore la biancheria che è rimasta nella lavatrice? Mi rimonti la tenda che ho lavato, io che non ci arrivo? (non ci arrivo nemmeno io, devo prendere la scala (-_-) Metti in forno le lasagne che rientro tardi? mi fai questo? Mi fai quello?”.

Spesso al “fai questo per me?” segue il “io non ho tempo perché sono al lavoro” (inteso come… perché il lavoro vero è quello che si fa fuori, presso un ufficio!).

Bisogna fare un discorso molto chiaro con chi ci circonda e vive con noi.

Io l’ho fatto e loro hanno capito, lasciandomi per il 70% delle volte in pace. L’altro 30% sono io a scendere a compromessi, queste cose vanno prese con filosofia e sinceramente mi piace farlo. Amo la mia famiglia ed il lavoro non dovrà mai mettere in secondo piano le loro esigenze.

A presto!

Lascia un commento