| by Gianni Gasparetto | No comments

L’importanza nel trading della psicologia e della disciplina

Per avere successo nei mercati finanziari bisogna avere alcune caratteristiche e delle abilità. La capacità di comprendere i fondamentali di un’azienda e la capacità di determinare la direzione della tendenza di un titolo sono due competenze chiave, ma nessuna delle due è importante quanto la capacità di contenere le emozioni ed una ferrea disciplina quando si opera.

Psicologia del trading

L’aspetto psicologico del trading è estremamente importante. I traders intraday devono entrare ed uscire da una posizione spesso e rapidamente, senza indecisioni. Per ottenere ciò, hanno bisogno di una certa presenza di spirito. Inoltre hanno bisogno di disciplina, quindi aderiranno ai piani di trading precedentemente stabiliti e sapranno quando prendere profitto e quando mollare un trade perdente. Le emozioni semplicemente non possono e non devono intralciarti. 

Capire la paura

Quando un trader sente cattive notizie su un determinato titolo o sul mercato generale, non è raro che il trader si spaventi. Possono reagire in modo eccessivo e sentirsi costretti a liquidare le proprie partecipazioni e andare in contanti o astenersi dall’assumere rischi. Se lo fanno, possono evitare certe perdite, ma possono anche perdere i guadagni.

I commercianti devono capire cosa sia la paura: una reazione naturale a ciò che percepiscono come una minaccia, in questo caso, al loro potenziale di profitto o di guadagno. Quantificare la paura potrebbe essere d’aiuto, ei commercianti dovrebbero considerare di riflettere su ciò di cui hanno paura e perché ne hanno paura.

Riflettendo su questo problema in anticipo e sapendo come reagire o percepire istintivamente determinate cose, un trader può sperare di isolare e identificare quei sentimenti durante una sessione di trading , e quindi cercare di concentrarsi sul superamento della risposta emotiva. Naturalmente, questo non è facile, e può richiedere pratica, ma è necessario per la salute del portafoglio di un investitore. (Per ulteriori informazioni, consultare ” Comprensione del comportamento degli investitori “.)

L’avidità è il peggior nemico di un commerciante

C’è un vecchio detto su Wall Street che “i maiali vengono massacrati”. Questo adagio si riferisce agli investitori avidi che si aggrappano a posizioni vincenti troppo a lungo, cercando di ottenere il massimo . L’avidità può essere devastante per i ritorni, perché un commerciante corre sempre il rischio di farsi scodinzolare o saltare da una posizione.

L’avidità non è facile da superare. Spesso si basa su un istinto per cercare di fare meglio, per cercare di ottenere solo un po ‘di più. Un trader dovrebbe imparare a riconoscere questo istinto e sviluppare un piano di trading basato su decisioni aziendali razionali, non capricci emotivi o istinti potenzialmente dannosi. (Continua a leggere questo in ” Quando la paura e l’avarizia prendono il sopravvento .”)

L’importanza delle regole e dei piani di trading

Per mettere le loro teste nel posto giusto prima che sentano la crisi emotiva o psicologica, gli investitori devono creare regole commerciali. Dovrebbero stabilire delle linee guida basate sulla loro tolleranza al rischio-ricompensa per quando entreranno in un commercio e uscirne – sia attraverso un obiettivo di profitto o stop loss – per togliere le emozioni dall’equazione. Inoltre, un trader potrebbe dire se alcune notizie, come guadagni specifici positivi o negativi o notizie macroeconomiche , vengono fuori, allora lui o lei comprerà o venderà un titolo.

Gli operatori dovrebbero anche considerare di fissare limiti sull’ammontare che sono disposti a vincere o perdere in un giorno. Se viene colpito l’obiettivo di profitto, prendono i soldi e scappano, e se le operazioni perdenti raggiungono un limite prestabilito, chiudono la tenda e vanno a casa, evitando ulteriori perdite.

I commercianti dovrebbero imparare il più possibile sulla loro area di interesse, istruendo se stessi e, se possibile, frequentando seminari di negoziazione e partecipando a conferenze di vendita. Inoltre, ha senso pianificare e dedicare quanto più tempo possibile al processo di ricerca. Ciò significa studiare i grafici, parlare con la direzione (se applicabile), leggere riviste specializzate o fare altri lavori di base (come analisi macroeconomiche o analisi del settore) in modo che il trader sia in grado di accelerare quando inizia la sessione di trading. La conoscenza può aiutare un trader a superare la paura, quindi è uno strumento utile.

Inoltre, è importante che gli operatori rimangano flessibili e considerino di sperimentare nuove cose di volta in volta. Ad esempio, potrebbero prendere in considerazione l’utilizzo di opzioni per mitigare il rischio o impostare l’interruzione delle perdite in luoghi diversi. Uno dei modi migliori che un trader può imparare è sperimentando (entro limiti ragionevoli). Questa esperienza può anche aiutare a ridurre le influenze emotive.

Infine, i trader dovrebbero periodicamente rivedere e valutare le loro prestazioni. Oltre a rivedere i loro ritorni e posizioni individuali, i trader dovrebbero rivedere come hanno preparato per una sessione di trading, come sono aggiornati sui mercati e come stanno procedendo in termini di formazione continua, tra le altre cose. Questa valutazione periodica può aiutare un trader a correggere gli errori, il che può aiutare a migliorare i rendimenti complessivi. (Per ulteriori informazioni, consulta ” 10 passaggi per la creazione di un piano di trading vincente “.)

La linea di fondo

Mentre è importante per un trader essere in grado di leggere un bilancio o un grafico, c’è un componente psicologico nel trading che non dovrebbe essere trascurato. Essere consapevoli di come la paura e l’avidità possono avere un impatto sul commercio, l’esercizio della disciplina e lo sviluppo di regole e piani commerciali sono fondamentali per il successo di un trader.

Tratto da: The Importance Of Trading Psychology And Discipline https://www.investopedia.com/articles/trading/02/110502.asp#ixzz5T40Yl8sy

Lascia un commento